Canada: quando cedere non è consentire

Ascolta lo spazio sul caso canadese di violenza sulle donne, in cui Jian Ghomeshi, conduttore di una popolare trasmissione sulla radio pubblica canadese, è stato accusato da varie donna di pesanti violenze e comportamenti sadici durante rapporti sessuali con lui: due donna hanno reso pubblica la loro identità, raccontando che Ghomeshi ha tentato di ucciderle. Ne parliamo con la regista canadese Myriam Fougère, che ci racconta le reazioni dell’opinione pubblica e della stampa [dura 22′]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *