Sui generis #7 – Cover’s Story

Ascolta la settima puntata della trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 45′]

 

Patti Smith, Tori Amos, Lilli Allen, Bat For Lashes, Dum Dum Girls e altre artiste reinterpretano in modo originale ed intrigante pezzi culto di band come: The Cure, The Smith, Depeche Mode, Radiohed, Pixies, U2, Nirvana… Buon ascolto!!!

Sui generis #6 – Anni ’80!

Ascolta la sesta puntata della trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 47′]

 

Ed eccoci finalmente a parlare degli anni ‘80!!! Si inizia con le Go-Go’s: band statunitense che si è guadagnata, in quel periodo, un posto importante nella storia del Rock: essere la prima band completamente autoprodotta ed autonoma da manager esterni. Si prosegue con le Bananarama, Cyndi Lauper, le Bangles e Sinéad O’Connor. Non manca, alla fine, della puntata un piccolo approfondimento su Giuni Russo.

Sui generis #5 – Rapper femministe

Ascolta la quinta puntata della trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 43′]

 

In questa puntata parliamo di rapper femministe per lo più anarchiche, la maggior delle quali (sarà un caso?!) sono di lingua spagnola: Rebeca Lane, rapper guatemalteca; Lua, spagnola; Gaby Baca, dal Nicaragua; De espaldas al patriarcado e La Otra di Madrid, per citarne alcune. Non mancano, però, le rime provocatorie di Awkwafina, rapper americana Proveniente dal Queens, che inneggia all’orgoglio di possedere una vagina.

Sui generis #4 – Gli anni ’70

Ascolta la quarta puntata della trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 42′]

 

In questa puntata si parla di Runaways, Suzi Quatro, Patty Smith e altre rockettare anni ‘70. E’ finita l’epoca in cui il Rock è dominato dagli uomini. “La rabbia per le donne nella musica…era una questione di principio. Era originata dalla convinzione che una ragazza non potesse suonare la chitarra mentre a scuola sedevi accanto a ragazze che suonavano il violino, Bach ..La rabbia nasceva …Nel momento in cui inizi a imporre queste idee di merda, scoppia una guerra.”
Joan Jett (Runaways)

Sui generis #3 – Riotgrrl

Ascolta la terza puntata della nuova trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 48′]

 

In questa puntata si parla del movimento della Riot Grrrl originatosi negli anni Novanta, prima negli Stati Uniti e successivamente in Europa. I gruppi musicali appartenenti a questo movimento si distinguono soprattutto per le loro posizioni di forte femminismo militante e attivismo politico, e affrontano temi quali stupro, abusi domestici, sessualità, lesbismo, sessismo, predominio maschile e potere alle donne. Le formazioni quasi totalmente al femminile, si opponevano anche alle major discografiche, fondando la loro produzione discografica sul “Do It Yourself”.

Sui generis #2 – Cantanti blues degli anni 20

Ascolta la seconda puntata della nuova trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 48′]

 

In questa puntata si parla delle cantanti blues degli anni ’20. Da Ma Rainey a Bessie Smith, passando per Lucille Bogan, Gladys Bentley, Ethel Waters,. E’ interessante sottolineare non tanto l’identità sessuale di queste cantati, ma l’esplicita e sprezzante costruzione della propria immagine lesbica o bisessuale di fronte al pubblico. Molte cantanti blues di quel periodo, infatti, vivevano fuori dagli schemi tradizionali previsti per una donna. I loro testi parlavano senza remore dei club, del sesso, dell’omosessualità e dell’amore, dell’alcol e del gioco d’azzardo…

Sui generis #1 – “Girl Group” Sound

Ascolta la prima puntata della nuova trasmissione musicale “Sui generis – Sono rimasta agli anni ’80, ma posso migliorare”: viaggio spazio temporale nel mondo della musica di donne… tra Epoche, ritmi e incursioni “sui generis” [dura 48′]

 

In questa puntata si parla di “girl group” sound, gruppi vocali di donne che mescolavano generi musicali differenti: dal rhythm and blues al rock and roll. Affermatosi negli Stati Uniti verso la seconda metà degli anni cinquanta, il “girl group” sound tramonta già verso la fine degli anni ’60, per motivi legati principalmente al razzismo e al sessismo. Ci piace ricordarle perché molti dei pezzi intepretati in quel tempo, sono stati poi ripresi come cover da altri artisti. Ricordiamo tra tutti i Beatles, i Ramones, Mick Jagger e David Bowie.