Pinar Selek – un’altra sentenza positiva

Ascolta l’intervista a Pinar Selek, dopo l’ultima sentenza positiva del processo, di venerdì 3 ottobre a Istanbul, in cui il gruppo di avvocate/i di Pinar hanno ottenuto di essere sentiti nel merito del caso.
Inoltre il giudice ha riconosciuto la cancellazione della reclusione, mentre il mandato d’arresto internazionale contro Pinar era già stato cancellato.
[dura 24′]
Il processo riprenderà il 5 dicembre.
Pinar Selek non è sola!

Val di Susa: Voci di donne sulla violenza di stato

Ascolta una compagna del gruppo di donne Le Alvà della Clarea della Val di Susa, che ci racconta l’iniziativa che si è svolta la scorsa settimana, dal titolo: Voci di donne sulla violenza di stato. Testimonianze di omicidi impuniti e abusi. La Val di Susa e altri territori si incontrano e si confrontano [dura 10′]
Qui il video integrale dell’incontro.

Appello per Pinar Selek

Il 30 aprile ad Ankara ci sarà l’appello presso la Corte di Cassazione –> la decisione è stata rimandata al 11 giugno
Ascolta la replica di un’intervista con Pinar Selek realizzata nell’ottobre 2012 dall’mfla [dura 58′]


Appello per Pinar Selek (aprile 2014)

Come sapete, nel gennaio 2013 Pinar Selek è stata condannata all’ergastolo, anche se era già stata assolta tre volte in passato per le stesse accuse. Gli esperti interpellati sul caso hanno ipotizzato che l’esplosione non sia stata causata da una bomba , di cui Pinar è accusata, ma da una fuga di gas.

Le/gli avvocate/i di Pinar Selek hanno ricorso contro la sentenza, ma il procuratore capo della Corte suprema di appello ha presentato una richiesta di approvazione della sentenza di condanna emessa dalla dodicesima Corte criminale di Istanbul contro Pinar Selek, sentenza che prevede l’ergastolo, nonostante le/gli avvocate/i sostengano che la kafkiana procedura giudiziaria abbia violato tutti gli standard internazionali e turchi sull’essere processati due volte per un solo reato e sui processi penali. Leggi il resto »

Perché la libertà non sia solo un desiderio

Ascolta la trasmissione di approfondimento dedicata alle organizzazioni autonome di donne e guerriglia in Kurdistan.
Leggiamo le testimonianze di guerrigliere kurde tratte dalla mostra “Perché la libertà non sia solo un desiderio” e ne parliamo con una compagna austriaca [dura 1h 06′]
Per informazioni: www.ceni-kurdistan.com

Toccano una toccano tutte: assemblea cittadina a Roma – 10 novembre

ciriguarda tutte

 

TOCCANO UNA TOCCANO TUTTE
Assemblea cittadina contro la violenza degli uomini sulle donne: domenica 10 novembre, dalle 12.00 alla Sede del 22, in via dei Volsci 22

Il 6 dicembre inizia il processo d’appello contro il miliare stupratore dell’Aquila.

 

Il 12 febbraio 2012, in una discoteca di Pizzoli (L’Aquila), una giovane donna di 20 anni è stata stuprata e ridotta in fin di vita.
Per questa violenza è stato processato Francesco Tuccia, un militare in servizio all’Aquila nel quadro dell’operazione “Strade Sicure”, inaugurata nel 2008 e imposta a L’Aquila nel dopo terremoto. Con lui quella sera c’erano altri 2 militari, mai indagati né ascoltati , uno, figlio di un vice commissario e l’altro, nipote di un magistrato.
La ragazza è stata ridotta in fin di vita e le sono state procurate lesioni gravissime e permanenti.

 

Il 18 ottobre 2012 a l’Aquila si è aperto il processo, svoltosi a porte chiuse.
Quel giorno eravamo lì al tribunale de L’Aquila. Abbiamo presidiato quel tribunale ogni volta per dire che la violenza contro le donne, agita da uomini, con o senza divisa, ci riguarda tutte. Uomini, militari. La divisa è solo l’ulteriore aggravante.
Abbiamo presidiato quel tribunale perché una di noi è lì e non vogliamo lasciarla sola, in una dinamica processuale che si rivela sempre e comunque contro di noi, perché è parte di un sistema che usa, sfrutta e violenta le donne per autoriprodursi. Leggi il resto »

Donne senza confini, né frontiere

Spazio di approfondimento dell’mfla e del collettivo femminista MeDea di Torino:
Ascolta la diretta da Radio onda rossa [dura 1h]:

    – intro sulle alleanze trasnazionali tra femministe –-> ascolta [dura 17′]
    – collegamento telefonico con una compagna dall’Egitto sulle lotte delle donne contro gli stupri di stato e sulla situazione delle donne sotto i Fratelli musulmani –-> ascolta [dura 34′]

Ascolta la diretta da Radio black out [dura 1h 12′]:

    – intervista ad attiviste kurde –-> ascolta [dura 17′]
    – collegamento telefonico con le donne palestinesi del Fronte popolare di Gaza –-> ascolta [dura 22′]
    – intervista ad una compagna greca, in Italia per la Campagna di solidarietà con le donne greche per il diritto alla salute, lanciata dalla rete Donne nella crisi –> ascolta [dura 18′]

Ascolta la diretta da Radio onda rossa [dura 57′]:

    – No Cie: il racconto di una donna nigeriana incarcerata a Ponte Galeria dopo 23 anni in Italia –-> ascolta [dura 13′]
    – donne rom e carcere –-> ascolta [dura 17′]
    – collettivo femminista 2511 di Milano, dove sono i tunisini dispersi dopo l’arrivo in Italia? –-> ascolta [dura 15′]
    – conclusioni –-> ascolta [dura 3′]